cucciolo di cane con gioco in bocca
Animali

Cucciolo in arrivo: come gestirlo senza stress

L’arrivo di un cucciolo in casa è una fase tanto emozionante quanto delicata sia per i padroni sia per il cucciolo stesso, indipendentemente dalla razza scelta. Tenetelo a mente soprattutto nelle fasi iniziali: il cane subisce un forte stress per il passaggio dall’allevamento o dal canile alla nuova casa; nuovo ambiente, nuove persone, nuovi equilibri da stabilire, quindi la parola d’ordine è pazienza!

Seconda regola aurea: un cucciolo felice è un cucciolo educato.

I cani hanno bisogno di una guida come nel branco e voi avrete proprio quel ruolo fondamentale di capo. Quindi pensate inizialmente a pochi comandi base da impartire al vostro amico a 4 zampe. Oltre al “Vieni”, “Seduto”, “Fermo” e “no” che sono tra i fondamentali, aggiungetene altri a seconda del contesto familiare in cui si inserisce il cucciolo: se ad esempio ci sono bambini piccoli è importante che il cane non sviluppi atteggiamenti di possessività verso gli oggetti a terra.

Se il bambino è già in grado di capire, è fondamentale da una parte spiegare a lui di non avvicinarsi mai alla ciotola del cane, dall’altra è bene iniziare fin da subito ad abituare il cucciolo a vedersi portare via la scodella mentre sta mangiando: deve essere chiaro che avete voi il controllo sul cibo.

I cani combattono lo stress facendo diversi tipi di attività, al cucciolo in particolar modo serve molto movimento: fatelo socializzare il più possibile con gli altri cani avendo sempre l’accortezza di chiedere al padrone se il suo cane “accetta” i cuccioli, insegnategli con premi e riconoscenze ad andare al guinzaglio e giocate con lui. Ricordate però che il cucciolo… è un cucciolo! E per sua natura è facile che nei primi mesi combini qualche guaio che va dal fare i bisogni in casa a rosicchiare qualche mobile nonostante l’attività fisica e i giochi che vi impegnate a fargli fare.

In particolar modo la vostra uscita di casa è uno dei momenti più a rischio: per questo puoi utilizzare dei recinti, spaziosi al punto giusto da lasciare comfort e libertà di movimento al cucciolo nelle ore in cui viene lasciato da solo. La maggior parte dei recinti sono modulabili e possono essere fissati al suolo per mantenerli stabili.

All’interno del recinto ricordatevi di lasciare giochi resistenti e adatti ad esser lasciati al cane anche senza la vostra supervisione, in questo modo lui potrà mordere quelli in tutta sicurezza.

Ti può interessare anche...